Comunicare in caso di Crisi

Comunicare in caso di Crisi

Strategie e strumenti per proteggere l’azienda da crisi, fake news, attacchi mediatici e inchieste giudiziarie
29 gennaio 2019
Milano, Hotel Scala

AGENDA ISCRIVITI

La fiducia di clienti, consumatori, risorse interne, investitori e mercato si basa sulla reputazione, asset intangibile e valore da proteggere e salvaguardare ad ogni costo. Un valore minacciato da eventi traumatici e imprevedibili come le situazioni di crisi ed emergenza e di cui social media, internet, fake news e attacchi mediatici amplificano ulteriormente gravità e portata.

Cdv Conference promuove la terza edizione del convegno dedicato alla comunicazione di crisi per evidenziare gli strumenti di prevenzione e gestione a disposizione di aziende e professionisti per garantire la business continuity e tutelare il capitale reputazionale.

Esperti e comunicatori analizzeranno il piano di crisi e l’analisi del rischio, le modalità di attuazione delle procedure di emergenza e la definizione ed erogazione dei messaggi in base ai pubblici di riferimento. L’esame dei danni reputazionali, l’assunzione di responsabilità, l’ascolto del pubblico e l’analisi dei feedback sono inoltre tra i temi affrontati dai relatori con l’obiettivo di delineare gli elementi chiave per l'introduzione della cultura del rischio in azienda.

Sconto del 10% per le iscrizioni pervenute entro le ore 18.00 di martedì 8 gennaio.

 

08:45
Registrazione dei partecipanti
09:10

APERTURA DEI LAVORI A CURA DEL COORDINATORE

09:15

NESSUNA ORGANIZZAZIONE È IMMUNE DA CRISI: IL CRISIS MANAGEMENT PER PREVENIRE E AFFRONTARE L’EMERGENZA

  • La definizione di crisi: un evento traumatico e non sempre imprevedibile che pregiudica la business continuity
  • Prevenire una crisi con la creazione di una cultura del rischio in azienda
  • Modelli e procedure di prevenzione: costo o investimento?
  • Gli strumenti di prevenzione della crisi: monitoraggio costante di notizie, alert, community, novità normative e sentiment
  • Ridurre l’improvvisazione per garantire la massima efficacia del piano di gestione dell’emergenza
09:45

IL VALORE DEL BRAND E LA PROTEZIONE DELLA REPUTAZIONE AZIENDALE

  • La reputazione d’impresa come garanzia per investitori, mercato e stakeholder
  • Il valore della reputazione in termini di
    - competitività e fiducia dei consumatori
    - miglioramento delle performance aziendali e dell’accessibilità alle risorse finanziarie
  • Comunicare e creare valore nell’era della globalizzazione e delle innovazioni tecnologiche
10:15

IL PIANO DI CRISI E L’ATTUAZIONE DELLE PROCEDURE DI EMERGENZA

  • Prima fase: crisis prevention:
    - il pubblico interno,   il pubblico esterno,  il mercato,   la finanza,   le istituzioni, i concorrenti e i partner
    - l’analisi on going della posizione assunta da ogni categoria di interlocutore: alleati, ostili e indifferenti
    - la risk analysis e la creazione delle issue  
    - il crisis book e le schede tecniche
  • Seconda fase:
    - la gestione delle relazioni con i diversi interlocutori per costruire la visione complessiva e il controllo strategico degli eventi salvaguardando il capitale reputazionale, uno strumento privilegiato: STAKE
    - le procedure di attivazione del Comitato di Crisi (CdC) e la sua gestione
    - le fasi della crisi: slegare il business dall’operatività della crisi
    - l’analisi dei danni reputazionali   
10:45

COME GESTIRE I RISCHI DERIVANTI DALLA COMUNICAZIONE GLOBALE IN CASO DI CRISI

  • Il ruolo di social network e media online nella diffusione di notizie potenzialmente dannose
    per l’azienda
  • La disinformazione online e le fake news: un nemico difficile da combattere e individuare
  • I danni alla reputazione derivanti dalla disinformazione online
  • L’ascolto del web nelle attività di prevenzione e di gestione dell’emergenza
11:15
Coffee Break
11:30

IL RISK MANAGEMENT E LA COMUNICAZIONE IN CASO DI DISASTRO AMBIENTALE

  • Environmental Crisis: la percezione dei manager del rischio comunicazionale legato al disastro ambientale all’interno del processo aziendale di Risk Management
  • Comunicare il disastro ambientale all’interno e all’esterno dell’Azienda: prima, durante e dopo l’emergenza con focus sulla gestione dei Media
  • La normativa vigente: Legge n. 68/2015. I nuovi delitti di inquinamento e disastro ambientale
  • Worst case nazionali ed internazionali: casi clamorosi di mala gestione della Comunicazione/Reputazione a seguito di crisi da inquinamento ambientale
  • Best case nazionali ed internazionali: la “comunicazione responsabile” durante l’environmental disaster
12:00

LA COMUNICAZIONE DI CRISI IN OSPEDALE: L’IMPATTO SULLE COMUNITÀ DI RIFERIMENTO

  • Pianificare l’organizzazione della comunicazione all’esterno e all’interno dell’ospedale
  • Scegliere gli argomenti chiave nella comunicazione della crisi
  • Individuare le figure aziendali di riferimento per consolidare la fiducia dei pazienti e promuovere il ruolo dei dipendenti come fonte di informazione affidabile
12:30

CULTURA AZIENDALE, COMUNICAZIONE INTERNA E H2H PER GESTIRE EFFICACEMENTE LA CRISI

  • Come cambia il modo di comunicare nell’era post digitale: da B2C e B2B a comunicazione H2H (human to human)
  • L’impatto dell’evoluzione degli strumenti di comunicazione sulla cultura aziendale
  • L’importanza della comunicazione interna e la trasformazione dei dipendenti in potenziali comunicatori
  • La comunicazione interna come leva per una più efficace azione verso gli stakeholder esterni all’azienda
  •  Scaletta da confermare
13:00
Sintesi e chiusura dei lavori a cura del Coordinatore
Comunicare in caso di Crisi ed Emergenza

Comunicare in caso di Crisi ed Emergenza

Hotel Scala – 12/02/15
Litigation PR

Litigation PR

Milano, Hotel Scala – 15/02/17
Comunicare in caso di CRISI

Comunicare in caso di CRISI

Milano, Hotel Scala – 31/01/18
Litigation PR

Litigation PR

Milano, Hotel Scala – 17/05/18
Per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile, su questo sito utilizziamo dei cookie. Per maggiori informazioni clicca qui.
OK